La Storia di FoW: L’eredità perduta – Parte 2

Capitolo 2 – Il Risveglio di Lumia

“Brrr Sto ancora gelando dopo essere stata su quelle montagne terribili e ora questo ?!”

Lunya si strinse le braccia attorno al corpo nel tentativo di riscaldarsi fino. Il gruppo aveva appena salvato con successo Lumia dal suo rapitore sulle montagne, quando si è trovato di fronte un altro nemico: Marte,l’oscura comandante di Fuoco. Erano riusciti a salvarsi grazie al potere di Lunya, che si era risvegliata trasformandosi in nyarlathotep, ed alla misteriosa pietra che la ragazza aveva dato a Millium. Da allora, il loro viaggio di ritorno verso il Palazzo della Luce era stato tutt’altro che semplice. Da poco il cielo si era fatto scuro ed una fastidiosa pioggia aveva cominciato a cadere.

“Voglio solo andare a casa e fare un bagno caldo, già!”

Lunya gemette.

“Piacerebbe anche a me … un bagno intendo.”

Sussurrò Charlotte guardando verso la ragazza lupo.

“E poi chissà chi era quello strano tipo scintillante in armatura!  Chissà qual’era il suo problema, si è messo in mezzo…”

Lunya continuò.

“Ci ha aiutato a sconfiggere Marte,” Le rispose Millium “Cosa che tu non hai fatto”

“Te l’ho detto, ero stanca!”

Nonostante ciò, anche Millium era curioso di sapere chi fosse quel misterioso cavaliere che si faceva chiamare Glorius. Era apparso dal nulla velocemente in un lampo durante la battaglia, ed altrettanto velocemente era sparito alla fine di essa. Il principe si chiese perchè li aveva aiutati ed anche se gli fu grato per questo, ebbe paura che in futuro il cavaliere potesse riapparire chiedendo in cambio qualcosa.

“Aveva qualcosa di familiare…” Disse Charlotte riportando Millium alla realtà.

“Cosa intendi?”

“Quel Glorius, aveva qualcosa di familiare”

“Familiare? Nel senso che potrebbe venire dal tuo mondo?”

Charlotte ci pensò su prima di rispondere.

“Non ne sono sicura, sono nata molto debole e non ho mai avuto la forza di lasciare la mia stanza. Durante quel periodo, mia sorella si prendeva cura di me e mio fratello si occupava di governare sul regno. Quando lui scomparve toccò a mia sorella Faria prendere il comando, ma veniva sempre a trovarmi. C’erano dei periodi in cui ero completamente sola, ma lei prometteva sempre di tornare”

“Sembra una persona davvero affidabile” aggiunse Millium.

“Sì, lo erano entrambi. Non c’è nessuno come loro, erano come gli eroi dei libri, potevi sempre contare su di loro”

“Beh spero che…ahm, riuscirai ad incontrarli di nuovo!” cercò di alleggerire il tono.

“Sì, lo spero anche io…” Charlotte rispose un po’ depressa.

—————————————————————————————–

La pioggia cominciò ad aumentare ma fortunamente il gruppo era giunto in prossimità dei cancelli del Palazzo di Luce. Lumia era ancora debole, congelata per aver trascorso tutto il tempo imprigionata nella bara di ghiaccio ed andò subito a riposare nelle sue stanze, mentre Zero e gli altri si recarono al secondo piano per fare il punto della situazione.

“Bene, dovremmo pensare alla nostra prossima mossa mentre aspettiamo che Lady Lumia si risvegli”

“Dovremmo tutti farci un bagno! Protestò Lunya  “…o no…”  ma Zero la zittì con uno sguardo gelido.

“Quello che intendo…” continuò la maga “Non sappiamo nulla riguardo alle persone che hanno catturato Lady Lumia, devo aver chiaramente avuto una ragione per farlo e noi dobbiamo scoprire qual’è. Non sappiamo neanche quanti sono, dubito si tratti solo di Marte e Mercurio”

“Non è strano che sia stata catturata proprio quando avevamo bisogno di lei per purificare la Terra?”

Commentò Charlotte.

“Esatto. Di solito è Fiethsing la migliore a rimettere a posto i pezzi del puzzle in queste situazioni, ma lei non c’è, dobbiamo vedercela da soli. Charlotte, cominciamo da te. Hai mai incontrato qualcuno come loro nel tuo mondo?”

“Ecco…potrebbe essere un caso. Durante l’attacco finale di Lapis c’era qualcosa di simile a quello strano potere magico usato da Marte e Mercurio, ma non ne sono sicura. Mi sono svegliata solo per pochi minuti prima di lasciare il mio mondo non ricordo molto, scusate” Charlotte abbassò lo sguardo dispiaciuta.

“Alice non si è ancora svegliata e Fieth e Kaguya non sono ancora tornate…sembra che per il momento non avremo altre informazioni riguardo allo strano potere di Lapis o…a qualsiasi cosa lui usi. Grazie Charlotte, anche la più piccola informazione è utile.L’altro punto riguarda il potere che è venuto fuori da quella pietra quando Millium l’ha toccata, lo abbiamo avvertito tutti e non ci sono dubbi: era simile al potere di Marte e Mercurio.”

“Ma non sappiamo lo sappiamo ancora con certezza e poi, io non so ancora controllarla…”

Disse Millium

“E’ corretto, ma pensaci. Lady Lumia ha trovato la pietra e l’ha data a Lunya con delle precise istruzioni, prima di essere catturata. Stava sicuramente cercando di tenerela lontana da mani sbagliate”

“Mercurio e Marte.” Millium concluse il pensiero di Zero.

“Esattamente, quindi è certo che quella pietr–” Zero fu interrotta da una voce che proveniva dall’ingresso.

“E’ una Pietra Magica Antica” Lumia apparve sorridendo, sembrava ancora debole.

“Lady Lumia!” Esclamò Zero

“Come ti senti zia??” Chiese Millium

“Beh…bene, più o meno. Grazie per avermi salvata!”

“Cosa intendete con “Antica Pietra Magica”?” Zero riportò immediatamente tutta l’attenzione sull’argomento principale.

“E’ la reliquia di una civiltà scomparsa.  Almeno questo è quello che ho potuto capire dalle informazioni che sono riuscita a mettere insieme. Potete immaginare che non sia stato facile venire a conoscenza di queste cose.” Sorrise “Non so perchè, ma questa pietra ed altre simili ad essa, sono passate inosservate per generazioni, e adesso invece improvvisamente interessano a molti. Quando ho provato a scoprirne di più, quella strega di ghiaccio è apparsa…”

Zero sospirò prima di rispondere “Quindi non sappiamo ancora nulla di effettivamente rilevante sulla pietra”

“Sappiamo solo che il nemico la desidera fortementte” Aggiunse Millium e Zero annuì.

“In ogni caso sarebbe meglio aspettare Fieth e Kaguya. Intanto, Charlotte, non avevi qualcosa per Lady Lumia?”

“Ah! Sì!” Charlotte prese la regalia dalla propria borsa

“Questo è…”

“Abbiamo preso questo ad un nemico di nome Lapis, mentre mi trovavo ancora nel mio mondo. Alice e Kaguya hanno detto che è un mappamondo speciale, che è ..io penso che sia stata la casa di Alice molto tempo fa”

Charlotte gli tese il globo, dietro la sua superficie di vetro si potevano scorgere un piccolo mondo nel caos e in rovina.

“Alice pensava che potesse essere purificato, e che…”

“Avresti bisogno del mio potere, sì? Capisco, sembra che un sacco di cose siano accadute insieme, non può essere una coincidenza questa. Ho il sospetto che qualcosa di grande stia per accadere. Abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile, cerchiamo di capire come fare, va bene?”

Lumia prese in mano il globo del caos, chiuse gli occhi e inspirò profondamente. Qualche istante dopo, una luce radiosa esplose dalle sue mani e dalla terra, gli altri si ripararono gli occhi. All’interno del globo, le nuvole di caos si dileguarono lasciando spazio ad una disarmante bellezza, tinta di un blu sereno.

“Incredibile…” Charlotte lo disse senza neanche pensarci. Pensò che Lumia possedesse un potere davvero magnifico, essere in grado di produrre tanta bellezza dal male, non era da tutti.

Anche Lunya sembrava stregata dalla regalia, sentiva il potere cremisi pulsare dentro di lei, come quando aveva visto la Luna illusoria di Kaguya.

“EEHEHEH ne è passato di tempo, principessa!”

Si era trasformata in Nyarla.

“Oh! La ragazza in rosso! Finalmente sembra che tu abbia recuperato i tuoi ricordi” Lumia sorrise, ma con cautela avvicino la mano alla spada.

“I ricordi vanno e vengono, sto ancora cercando di capire chi sono veramente in realtà”

Ammise Nyarla

“Sembra che il mio vero potere si manifesti solo quando la Luna è vicina, non preoccuparti, stavolta sono un vostro alleato! Sono io che ti ho salvato dopotutto, ehehehe! Non sto mentendo!”

“Speravo che non ti saresti mai ricordata della tua vecchia vita quando ti ho salvata, ma se sei veramente dalla nostra parte…beh, suppongo che per ora vada bene così.”

“Sì, nessun problema piccola Principessa” Nyarla sorrise e Lumia allontanò la mano dalla spada.

“Bene, ed ora che si fa?” Chiese Lumia, più rilassata.

“EHEHEHEH! Non è ovvio?!?!”

Tutti si voltarono a guardare Nyarla, curiosi.

“Un bagno.”

 

Fonte fowtcg.com

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *