Antiche Notti Capitolo 10: Liberare la Porta del Mondo Esterno

Pandora fu improvvisamente avvolta da una strana luce, ma non sembrava fosse la magia di Pandora.

“Frayla!”

Era un incantesimo scagliato da Kaim. Frayla stava accanto al misterioso uomo. Sembrava stare bene, ma dietro di lei c’erano altri elfi oscuri che sembravano cadaveri viventi, Saffina e Hilda. Gill era confuso. Frayla sembrava completamente a posto, quindi perché c’erano Hilda e Saffina …?

“Chi sei che osi bloccarmi con un simile potere?” Pandora guardò Kaim, ignorando Gill e gli altri.

“Solo uno abbastanza intelligente da aspettare di vederti sprecare tutto il tuo potere e mostrare le tue debolezze. Sconfiggere un guardiano come te richiederebbe troppo tempo, quindi lasciarti stancare con altri era una distrazione perfetta. Anche così, continuo a non pensare che potrei sconfiggerti, quindi ho escogitato un altro metodo. Questa magia che ti sta trattenendo è una magia che comprime il tempo. Il tempo al suo interno scorrerà più lentamente mentre il tempo trascorso qui preseguirà normalmente. Immagino che quando fuggirai, il mondo sarà molto diverso. A dire il vero, dubito fortemente che ci sarà alcun mondo.” Un sorriso malvagio comparve sul volto di Kaim.

Gill imprecò sottovoce. La rivoluzione con gli Elfi Oscuri, il loro passaggio nel Tempio Sacro, era stato orchestrato da Kaim? Eliminare di Pandora era così importante da sacrificare dozzine di vite di elfi oscuri?

“Frayla, cerca il cancello. Sono sicuro che ricordi cosa fare. È l’unico modo per salvare tutti quei poveri elfi oscuri. ”

“Sì.” Non c’era vita nella voce di Frayla. Dopo aver assistito al massacro di tanti suoi compagni, aveva apparentemente perso lo spirito.

“Frayla!” gridò Gill.

“Gill? Haha, anche dopo che ho provato a salvarti, ti sei fatto coinvolgere in ttto questo. Mi dispiace ma non c’è niente che tu possa fare per fermarmi. Molti dei miei sono morti per me, ma se riesco ad aprire quel cancello posso riportarli tutti indietro. ”

“Frayla, apri gli occhi. Non esiste una magia del genere. Non può essere così facile. ”
“È l’unica cosa che posso fare ora, Gill. Anche se morissi, avrò provato fino alla fine.” Frayla si voltò e si diresse verso il centro del Tempio Sacro. Pandora, ora intrappolata dall’incantesimo di compressione del tempo di Kaim, stava scomparendo nel nulla.

“Frayla, basta!” Gill la seguì.

“Oh? Mi dispiace ma non puoi andare oltre” Kaim si mise tra i due.

“Fuori dai piedi” sbottò Gill.

“Mi dispiace, ma temo che sia compito mio mettermi in mezzo a voi due” Kaim parlò con tono freddo e distaccato. Di nuovo Gill si chiese esattamente che cosa fosse quella persona.

“Come credo di averti già detto. Porto pace e amore. È così affascinante ciò che le persone fanno per raggiungere quegli ideali, non è così? L’amore può spingere ad odiare gli altri così furiosamente, come quella sciocca ragazza. Non lo trovi divertente? ”

“Qualunque follia stai tramando, non ti permetterò di approfittare di nessun altro” Gill si mise in posizione di attacco, spalleggiato dai suoi tre compagni.

“Questo ragazzo mi sta davvero dando fastidio” disse Taegrus.

“Quelli che usano gli altri sono codardi” aggiunse Kirik.

“Seminando odio … si diffonde solo miseria ~” disse Shalea.

“Sembra che tu abbia deciso di odiarmi. Pensavo che almeno avresti cercato di capirmi, Gill. Che sfortuna. ” Grandi globi di fuoco bruciante apparirono e circondarono Kaim, prima di piovere sui quattro. Taegrus, agendo rapidamente, evocò una barriera di gemme per proteggere se stesso e gli altri, mentre Shaela sparava un potente torrente d’acqua.

“Andiamo, Kirik.”

“Ok.”

Mentre Taegrus e Shaela si difendevano, Kirik e Gill saltarono in avanti per attaccare. Kirik si mosse a bassa quota sul terreno per evitare il fuoco di Kaim, lanciando tutto il suo corpo in un potente calcio. Grazie anche al taglio della spada del vento di Gill, i due furono in grado di fare a pezzi il nemico.

“Come previsto non ti risparmi.” Gill disse a Kirik.

“È una regola di vita.” rispose il dragonoide.

Una forte risata interruppe il momento di calma durante la lotta mentre il corpo spezzato di Kaim iniziava a scoppiare in un gioioso divertimento.

“Uccidimi se devi, il tuo errore è stato sprecare tempo con me. Il più grande spettacolo sta per iniziare. Sono sicuro che sarà molto contento. ”

La forma di Kaim si dissolse in una sottile nebbia nera e si dissolse come sabbia nel vento, sfociando in un grande, presagio cancello che era apparso a breve distanza nella distanza in cui Frayla si era allontanato. Il cancello inghiottì non solo la forma di Kaim, ma i resti morti dei molti elfi oscuri che si preparavano dalla loro battaglia contro Pandora.

“Frayla!” Gill era certo che la sua voce l’avrebbe raggiunta, ma dal cancello non ci fu risposta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *