Antiche Notti Capitolo 9: Il Tempio Sacro

Mentre Gill si avvicinava al Tempio Sacro, la magia antica era così radicata nel terreno da poter praticamente assaporare la sua sostanza. Curiosamente, sembrava esserci anche la prova di una grande battaglia avvenuta poco tempo prima. Cadaveri di elfi oscuri erano ammassati sul terreno. Stranamente, i nemici sconfitti sembravano essere solo grandi statue, come costruzioni. Ad un rapido esame, uno di loro rivelò una sorta di stregoneria, ma Gill non aveva mai visto prima questo tipo di potere.

“Qualche idea su cosa potrebbe essere?” chiese Taegrus indicando una delle statue.

“Sarò onesto. Non ne ho idea. ” rispose Gill.

“Recentemente ho avvistato qualche insolite creature ad Hoelle, ma queste sono un mistero anche per me ” aggiunse Kirik.

“Che paura~!” disse Shaela spingendone uno.

“Proseguiamo per il momento” incalzò Gill.

Il gruppo sentì il suono di una grande campana provenire da una piccola strada di fronte a loro. Mentre suonava il terreno tremò rimbombando. La terra si contorse quando qualcosa di molto lontano spuntò dal terreno. A custodire ciò che era sorto dalla terra c’era un grande cancello di un tempio.

“Bene, non è eccitante~?” disse Shaela divertita.  Dietro era apparsa un’altra statua, ma molto più grande di quelle distrutte sparse sul terreno.

“Quella cosa è grande come una montagna” disse Kirik.

Sulla spalla della creatura golem sedeva una bambina. Gill pensò che dovesse essere il maestro dei guerrieri di pietra.

“Tu che hai sorpassato i confini di queste terre sacre devi affrontare il giudizio del golem supremo, Gear Atmos” disse la ragazza.

Anche se il golem e la ragazza erano distanti almeno  dieci minuti a piedi da loro, riuscivano a sentire chiaramente la sua voce e nonostante la distanza potevano facilmente capire le dimensioni di questo Gear Atmos.

“Siamo nei guai.”

“Possiamo veramente sconfiggere qualcosa di così grande?” chiese Pearlshine, ma tutti si stavano ponendo la stessa domanda. Nonostante le abilità dei quattro, non c’era dubbio che di fronte a loro ci fosse una specie di guardiano del Sacro Tempio, una leggenda. Inoltre, sembra che i golem più piccoli presenti fossero appartenenti ad un esercito di soldati degli Elfi Oscuri. Qualcuno potrebbe definirlo un compito da scemo.

“La difesa prima di tutto. Non potremo andare avanti se saremo sconfitti. Pearlshine, usa le tue gemme e dammi una mano. “Gill non aveva intenzione di arrendersi e parlò con grande entusiasmo.

“Stavo pensando la stessa cosa” il re Panda sorrise.

Gill li circondò tutti in una barriera magica difensiva. Incerto su quanto potesse essere forte Gear Atmos, usò tutta la magia necessaria per creare strato dopo strato uno scudo magico.

La ragazza che cavalcava l’enorme golem stava scagliando un anello di luce sulla terreno, e mentre lo faceva tutti i corpi non golem sembravano volatilizzarsi.

“Stai scherzando?!” Kirik gemette alla vista dell’incantesimo.

“Cosa ~”

Ogni volta che l’anello luminoso entrava in collisione con la barriera di Gill bruciava  alcuni strati dell’incantesimo, ma nonostante ciò  la magia di Gill resisteva ed i quattro erano al sicuro. In alto, il cielo si oscurò e le nuvole tempestose iniziarono presto a raccogliersi.

“Tutti bene?” chiese Pearlshine.

“Stiamo bene” Gill assicurò.

“Santo cielo!  ~” disse Shaela, togliendosi la polvere di dosso. A pochi metri di distanza, alcuni golem più piccoli si fecero strada verso la superficie da qualche luogo sconosciuto sotterraneo.

“E’ un nemico molto fastidioso. Non sappiamo se questo numero infinito di creature le sta solo evocando o le sta costruendo dalla stessa terra sotto di noi”disse Pearlshine. Era qualcosa che Gill stesso ancora non aveva considerato. Era più interessato a sapere se qualcuno degli Elfi Oscuri fosse sopravvissuto alla battaglia iniziale.Sembrava che i golem si stessera prepararando per muoversi, come se stessero accumulando energia. Forse avevano bisogno di tempo per caricare? In entrambi i casi questa era la loro occasione.

“Dobbiamo muoverci ora prima che il nemico possa colpire” disse Gill, e gli altri tre annuirono.

Mentre Gill e gli altri si avvicinavano a Gear Atmos, si potevano vedere altri Elfi Oscuri uccisi sparpagliati sul terreno, uno spettacolo orribile. I quattro si spostarono rapidamente verso il Tempio Sacro.

“Vuoi ignoare la mia prova ed invadere il tempio?” chiese la ragazza del golem.

 

“Non abbiamo intenzione di invadere o saccheggiare”  spiegò Gill “Solo sapere che strano potere tu e questo posto avete.”

“Nessuna creatura può mettere piede in questo posto. Non hai bisogno di sapere, solo di andartene “disse la ragazza.

Gill sentì una strana, dolorosa sensazione attraversargli la testa mentre un ricordo onirico emergeva nella sua mente. Era qualcosa di dieci anni fa, ma era certo se fossero ricordi suoi, sogni o pensieri di un altro. In ogni caso erano informazioni legate alla situazione attuale e Gill avevaintenzione di usarle.

“Sei un guardiano vero? Uno che protegge il potere di un creatore più grande? ”

“Come fai a saperlo?”

“Non ne sono sicuro. Speravo che me lo potessi dire tu…’Pandora’. ”

“Mi rimangio ciò che ho detto prima. Non puoi tornare da dove sei venuto. Morirai. ”

Una grande luce avvolse la ragazza, conosciuta come Pandora e in un istante tutti i golem iniziarono a muoversi per attaccare ancora una volta.

Commenti

comments