L’avvento del Re Demone Capitolo 6: L’ultimo Re Demone

Unendo le loro forze, Gill, Brillaperla e Reiya, superarono l’esercito di demoni, unico obbiettivo: Welser.
 
“Lasciate a me Welser. Ho un debito con lui!”
 
“Anch’io, hai ragione”
 
“Ehi voi! Piuttosto che pensare a chi, non è meglio pensare a come?! E poi Brillaperla non era pacifista?”
“Ho capito! Il Panda è preoccupato!”
 
“Chiunque sarebbe preoccupato!”
 
“Visto che ho un debito con lui, vado per primo. Ha usato Frayla, ed anche Kirik e Shaela per i suoi piani. Se fallisco ci penserà Reiya, vi sta bene così?” Disse infine Gill
 
“Va bene, Ma se non manterrai la calma, non riuscirai a battere Welser.”
 
“Lo so”
L’ultra-pietra magica di Gill brillava. Ancora non aveva rilasciato tutto il suo potere. Lui era incerto, sarebbe riuscito a controllare la sua vera forza? Aveva capito che gliene bastava solo metà probabilmente, ma doveva usarlo al momento giusto.
“Brillaperla, tu pensa alla difesa.”
 
“Gill, abbiamo solo una possibilità…”
 
“Aaah… si lo so!!!! Smettila di ripeterlo!”
Brillaperla tirò fuori le gemme arcobaleno ottenute sull’Isola Gallegiante. La gemma che racchiudeva la forza del guardiano Ra aveva il potere di respirenge l’attacco solo una volta.
Dopo che la usi una volta, dovrai aspettare che si ricarichi per poterla riutilizzare.
In una battaglia del genere anche un minuto perso può essere letale. Avevano davvero solo una possibilità, non dovevano sprecarla. Gli sarebbe bastato aprirsi anche un piccolo varco nella difesa di Welser per riuscire a colpirlo…
“Allora, andiamo!?”
Gill usò due volte la magia del vento combinandola con fuoco e acqua. Riuscì ad avvicinarsi al nemico iniziando una gara a chi si muoveva più velocemente. Welser innalzò una barriera di difesa usando il siglillo dell’acqua. Era tutto un alternasri di attacco e difesa, ed era proprio così che Gill aveva intenzione di aprirsi quel piccolo varco.
“Brillaperla!”
 
“Eccomi”
Brillaperla si stava occupando della difesa, mentre Gill cercava di trovare il momento adatto per usare la sua lama del vento.
“Sei ottimista”
Wlser lo schernì,la rabbia di Gill cresbbe, ricordando di Frayla e di tutti gli altri suoi attacchi, e venne quasi colpito.
“Dannazione!”
 
“Te l’avevo detto. Non perdere la calma!”
Ma la magia nemica non era diretta a Gill, bensì a Reiya che venne colpita e scagliata a terra senza possibilità di difendersi.
“Reiya!”
Gill gridò. Ma Reiya non era morta. Lei possedeva il potere di rigenerarsi e, come successe già 10 anni prima, quando avevano combattuto l’uno contro l’altro, la ragazza tornò subito in vita.
“Allora è questo… il potere dell’eternità?”
 
“Ripagherò il mio debito, Welser”
La spada di Reiya si illuminò trafiggendo il corpo di Welser, accompagnata dal suono del vento che ricordava un lamento lontano.
“Gill, te l’ avevo detto. Avevo un debito con Welser da molto prima di te. Da dieci anni prima!”
Il Re Demone disse le sue ultime parole.
“… è già tardi. Dal portale del mondo magico si sono già dispersi su questo mondo ogni tipo di disastri. E’ solo questione di tempo ed il messaggero della disperazione, e la Strega, faranno la loro comparsa”
 
“Lo so! E’ proprio questo che stavo aspettando”
E così il Re Demone sparì oltre la porta del Regno magico.
Reiya mise apposto la spada e si voltò verso Gill e gli altri.
 
“Andiamo a chiudere il portale del regno magico. Nel frattempo vi  spiegherò di come sono arrivata qui e la verità sui versi nemici da combattere.”
E così Reiya iniziò a raccontare la sua storia. Una storia di un “futuro” lontano.

Dall’altra parte, oltre la porta del regno magico
“Cosa? Sei stato inutile. Ecco perchè odio i nuovi arrivati!”
Ayu stava prendendo a calci il Re Demone imprecando.
“Bene, sono arrivati anche loro. Aaah… Ho già usato anche lui…”
Ayu con noncuranza buttò via il corpo del Re Demone e si incamminò.
 
“In fretta… devo riprermi in fretta la mia vera anima.”
Gli occhi limipidi e vuoti di Ayu sembravano bramare a qualcosa. (Questa è Valentina io ne sono sicura nd Yumi)
[Fonte fow-tcg.com]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *